Farbstudie Quadrate Mit Konzentrischen Ringen 1913

Friday, July 01, 2005

Beneficio del Dubbio

Sta proprio sulle palle a tutti eh? 25 anni di duro lavoro senza pubblicità e si viene ripagati in questo modo?

Attualità

segnalato da Botta:

************************************************

Presidenza dell'Iran e Irangate

************************************************

Thursday, June 30, 2005

Ci siamo

[...] le religioni storicamente presenti in Europa, in particolare il cristianesimo, oramai libere dal fondamentalismo [...]

Tuesday, June 28, 2005

Sleater-Kinney

guys,
magari è già noto ma vale la pena ricordarlo. Gran trio di donnacce ameri'ane. Si pole scari'a' robe.

engioi

Monday, June 27, 2005

Il lupo perde il pelo...

segnalato da Botta.
******************

Gas, napalm, torture, bombe al fosforo in un film i crimini di guerra americani a Falluja

Friday, June 24, 2005

Vacanze ai Tropici

Cheney: Quelli di Guantanamo vivono ai tropici, altro che lager.

Macche' gulag di stampo sovietico: i carcerati di Guantanamo non dovrebbero lamentarsi, perche' vivono ai tropici. A sostenerlo e' il vicepresidente degli Stati Uniti, Dick Cheney, che, in una intervista alla Cnn, ribadisce che gli Stati Uniti non hanno l'intenzione di chiudere il carcere, dove sono detenuti, in una sorta di limbo giuridico, circa 520 cosiddetti 'combattenti nemici' degli Stati Uniti, essenzialmente taleban afghani.

Vivono "sotto i tropici, sono nutriti bene e hanno tutto quello che vogliono - ha tra l'altro detto Cheney -.. Si trovano in installazioni nuove di zecca per le quali abbiamo speso un mucchio di denaro. Vengono trattati benissimo". Secondo Amnesty International, Guantanamo è invece l'equivalente contemporaneo di un gulag sovietico, e l'affermazione ha destato scalpore negli Stati Uniti. Intanto i componenti della Commissione delle Nazioni Unite per i diritti umani hanno rimproverato il governo degli Stati Uniti di non aver dato seguito alla loro richiesta di accedere alla prigione di Guantanamo. Secondo i commissari Onu, l'amministrazione Bush non ha risposto alla loro richiesta di accertare le "gravi testimonianze di torture, crudelta', trattamento disumano e degradante", detenzione arbitraria e violazione dei diritti dei prigionieri.

Ma il vicepresidente è andato a ruota libera su tutto ciò che riguarda il terrorismo parlando anche di Bin Laden confermando quanto dichiarato di recente dal capo della Cia, Porter Goss, di sapere dove si nasconde lo sceicco del terrore anche se soltanto in termini generali. "Abbiamo un'idea piuttosto precisa dell'area approssimativa nella quale si trova", ha assicurato. "Pero'... beh, sapete, non è che abbia il suo indirizzo di casa".

Fonte: diverse.

A noi quando lo diranno?

PENTAGONO HA SCHEDATO 30 MILIONI DI STUDENTI, POLEMICA

Il Pentagono ha schedato 30 milioni di studenti americani di eta' compresa tra i 16 e i 18 anni per identificare potenziali volontari da reclutare. La schedatura, che comprende nomi, date di nascita, indirizzi e-mail, numeri di polizze della sicurezza sociale, pagelle, campi di studi e altre informazioni, e' stata avviata nel 2003 ma solo ora ne e' stata data notizia. Le organizzazioni per la tutela della privacy hanno denunciato una violazione del Privacy Act, la legge che limita la raccolta di dati personali dei cittadini da parte dell'Amministrazione Usa. In particolare si sostiene che il Dipartimento della Difesa si sarebbe dovuto rivolgere direttamente agli studenti per ottenere i dati anziche' consultare i registri pubblici o chiederli alle societa' private specializzate e non avrebbe dovuto attendere due anni prima di darne notizia come impone il Privacy Act. Ma il Pentagono ribatte che la raccolta dati (attualmente in archivio ci sono 12 milioni di schede) e' indispensabile per poter contattare le potenziali reclute e mantenere le forze armate su base interamente volontaria. Tra l'altro, i problemi di reclutamento si sono accresciuti negli ultimi due anni a causa della guerra in Iraq.

su Repubblica

P.S. Sull'argomento difesa

una decina di giorni decisi di farmi male guardando Porta a Porta, perché parlavano di istruzione, università, ricerca (tutte cose sconosciute in italia). A un certo punto Vespa chiese a Bertinotti :- come farebbe lei a trovare i soldi da destinare alla ricerca?- Bertinotti disse:- intanto cominciamo con il dimezzare le spese al ministero della difesa- Tralascio la battuta di Vespa che mi ha fatto rabbrividire.

P.P.S. Battuta di Vespa
È troppo bella per non scriverla. Ha detto:- e che è? Non costruiamo più portaerei?-

E qui mi fermo.
saludos